Seguici su Facebook!

Monte Oronaye (mt 3100)

(Téte de Moise)

Accesso: Da Cuneo si segue per Vinadio fino al Colle della Maddalena, si oltrepassa di circa 500 metri il confine raggiungendo un ponte sul torrente Oronaye. (segnalazione in loco)

Itinerario: Da quota mt 1950 ca si risale il vallone del torrente omonimo verso NE su comodo sentiero fino a quota 2250 ca. dove si incontra un bivio, a questo punto si svolta a destra piegando ad Est fino a raggiungere il Lac de l'Oronaye. Si tralascia la traccia che si dirige pianeggiante verso il lago per proseguire sulla sinistra in salita in direzione del colle del Feuillas. Giunti nei pressi della pietraia che scende dal versante Sud dell'Oronaye, si notano due canali detritici. Si abbandona il sentiero per puntare il canale detritico di sinistra che sale diagonalmente verso sinistra, il canale è generalmente percorso anche in inverno praticando lo scialpinismo con una pendenza di circa 40°.

OronayeAttaccoCanale

Il canale scarica un gran numero di pietre, soprattutto in presenza di altre persone, perciò è vivamente consigliabile indossare il casco. Con fatica si rimonta fino ad un colletto a quota 3050m.
A questo punto inizia la parte alpinistica con difficoltà modeste (II°) ma con buona esposizione, partenza segnalata da freccia in vernice rossa (2017).

OronayeAlp1

Si risale su una rampa appoggiata per circa 15m fino a giungere su un comodo terrazzino dove si trova una sosta con catena, utile per eventuale calata in discesa. Si aggira lo sperone passando sul lato italiano della Val Maira e, proseguendo su una cengia leggermente esposta ma molto facile per una ventina di metri si giunge alla base di un muretto finale. Si attacca il muretto, abbastanza verticale ma molto appigliato, presso un vago diedro, poi con buone prese si giunge sino alla sua sommità (foto,20m, II). Qui terminano le difficoltà e su comoda traccia si giunge sino alla panoramica croce di vetta


Difficoltà
: PD-
Dislivello: 1200m
Tempo di salita: 3h 30'